Chuwi HI9 Air: la qualità che non ti aspetti

Il Chuwi HI9 Air è la scelta più adatta per chi cerca un tablet con caratteristiche professionali a un prezzo vantaggioso.
La confezione cartonata e minimalista include all’interno le istruzioni, il libretto di garanzia, un alimentatore da 2A e un cavo micro usb.
Non sono presenti extra, come ad esempio auricolari, a parte una pellicola in vetro molto sottile già applicata sul display.

Prime impressioni

Il prodotto ha un design ricercato che ricorda la ricercatezza estetica dell’ipad air pro, a cui si ispira anche per la qualità dei materiali. L’alluminio nero dona al dispositivo un senso di solidità senza rinunciare alla leggerezza e alla maneggevolezza. Già al primo approccio risulta evidente che non ci troviamo davanti al classico tablet di plastica assemblati senza badare troppo all’estetica.

Non sono presenti tasti fisici e posteriormente vi è l’unica copertura in plastica del tablet: si trova a livello della fotocamera e, grazie alla piccola insenatura posta in un angolo, si può rimuovere permettendo l’accesso al vano sim e micro sd. Sul retro in alluminio nero, è situata lungo il margine superiore, in posizione centrale, la fotocamera posteriore da 13 mpx (dotata di autofocus con sensore prodotto da Samsung), mentre il flash led è di lato.

Lateralmente a destra presenta il bilanciere del volume e il tasto di accensione. Sul fronte ovviamente lo splendido pannello display da 10,1 pollici con risoluzione 2560×1600 pixel da 2k.

Il livello di definizione, da top di gamma, è superbo. La risoluzione è perfetta nell’utilizzo quotidiano e di certo questa unità non sfigura nel confronto con modelli ben più costosi nè per saturazione, nè per contrasto nè per luminosità. Buona la sensibilità del touch screen, benché penalizzata dalla presenza della pellicola applicata dal produttore che, diversamente dal resto, non mi è sembrata di fattura eccelsa.

Il tablet è dual sim e ha uno slot di espansione micro sd fino a 128 gb. A differenza di altri dispositivi dual sim più economici, dove in realtà il secondo slot sim è condiviso con la micro sd permettendo di avere contemporaneamente o 2 sim inserite oppure 1 sim + una micro sd, su questo chuwi è possibile avere inserite contemporaneamente le 2 sim più la scheda micro sd. Inoltre, le sim non funzionano solo per la parte dati ma sono anche abilitate alle chiamate (infatti il tablet ha installata l’app “telefono”). Questo significa che, come con un qualsiasi telefono dual sim, è possibile chiamare/ricevere telefonate e messaggi direttamente dal tablet scegliendo quale sim utilizzare.

 

Performance

L’hardware top di gamma, con il processore Deca Core Helio X20 fino a 2.3 GHZ e un chip grafico ARM-Mali T880 a 780 Mhz, è in grado di supportare tutti i giochi recenti senza il minimo lag. Il terminale è reattivo in tutte le situazioni di utilizzo quotidiano, anche grazie ai ben 4 gb di ram. Non solo la navigazione risulta fluida e veloce, ma anche con il multitasking non si rileva alcun rallentamento.
Della memoria interna da 64 gb, espandibile fino a 128 gb, sono liberi effettivamente 56,54 gb. I restanti sono riservati al sistema operativo (Android 8.0.0 stock senza alcuna personalizzazione. Il produttore ha assicurato l’aggiornamento via OTA ad android 8.1 entro settembre).

Multimedia

Per la parte telefonica, l’audio in capsula cosi come quello del microfono risulta abbastanza forte e chiaro. La ricezione gsm/umts/lte cosi come quella del Wi-Fi sono buone.
Gli scatti restituiti dalla fotocamera posteriore da 13mpx con tecnologia Samsung e flash LED sono molto buoni in diurna ma risentono di più in notturna. Meno soddisfacenti, come prevedibile, le prestazioni della fotocamera anteriore, da soli 5 mpx.
L’alimentazione è affidata ad una batteria da 8000 mAH, che permette un utilizzo di una decina di ore continue con uso intenso.

Conclusioni

In questa fascia di prezzo solitamente la concorrenza offre tablet con pannello HD, cpu quadcore e 2 gb di RAM.
Date le premesse, non posso che consigliare l’acquisto di questo terminale a tutti coloro che sono alla ricerca del compromesso migliore tra qualità e prezzo. Le prestazioni fanno del Chuwi Hi9 Air un degno competitor dei dispositivi top di gamma cui si ispira. L’unico neo non riguarda la qualità dell’assemblaggio o i componenti ma è rappresentato dagli accessori inclusi. Il problema è facilmente ovviabile sostituendo l’alimentatore e il cavo in dotazione con degli accessorii più performanti. La considerazione vale anche per la pellicola in dotazione. Ho apprezzato l’attenzione del produttore, ma la qualità della pellicola in vetro non mi ha pienamente soddisfatto. Personalmente, trovo che pellicole e vetri troppo spesso rendano i movimenti touch meno precisi, ma per chi preferisce avere una protezione in più è sufficiente acquistare uno screen protector di qualità migliore.